AVVISO
  • IL SITO E' IN FASE DI RISTRUTTURAZIONE ED ALCUNE AREE POTREBBERO NON ESSERE COMPLETE. CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO.
  • A CAUSA DELL'AGGIORNAMENTO DEL SITO LE VECCHIE UTENZE SONO, PURTROPPO, ANDATE PERDUTE. E' NECESSARIO ISCRIVERSI NUOVAMENTE.
  • IL SITO E' IN FASE DI RISTRUTTURAZIONE ED ALCUNE AREE POTREBBERO NON ESSERE COMPLETE. CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO.
  • A CAUSA DELL'AGGIORNAMENTO DEL SITO LE VECCHIE UTENZE SONO, PURTROPPO, ANDATE PERDUTE. E' NECESSARIO ISCRIVERSI NUOVAMENTE.
  • IL SITO E' IN FASE DI RISTRUTTURAZIONE ED ALCUNE AREE POTREBBERO NON ESSERE COMPLETE. CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO.
  • A CAUSA DELL'AGGIORNAMENTO DEL SITO LE VECCHIE UTENZE SONO, PURTROPPO, ANDATE PERDUTE. E' NECESSARIO ISCRIVERSI NUOVAMENTE.

libera_professione_banner

Chi è l’infermiere Libero Professionista
Attualmente, il termine “Professione” si riferisce all’esercizio di una attività nella quale la componente intellettuale prevale su quella materiale ed è condizionata al possesso, da parte del professionista, di determinati requisiti. Ai sensi della legge 42/99, l’infermiere svolge una “professione sanitaria” non ausiliaria, con un suo campo di attività e responsabilità, si tratta quindi di una professione intellettuale ai sensi dell’art.2229 del Codice civile, con conseguente obbligo di iscrizione al relativo albo per tutti coloro che esercitano al professione infermieristica e sotto qualsiasi forma. L’individuazione di professione intellettuale fa si che la stessa possa essere svolta in regime di libera professione. Il libero professionista è un prestatore d’opera intellettuale che esercita in regime di autonomia scientifica , tecnica e gerarchica nei confronti del cliente con ampia discrezionalità e con propria organizzazione di lavoro. L’infermiere che esercita la libera professione assume la responsabilità del proprio agire (in forma autonoma) e la responsabilità di rappresentare la professione nel contesto sociale.

Campo d’azione dell’infermiere Libero Professionista

Andando a approfondire le competenze che svolge un infermiere libero professionista si possono consultare le : “Prestazioni erogabili in regime libero professionale” per comprendere i campi d’azione e lo svolgimento delle competenze nell’accompagnare una persona nel suo percorso di prevenzione cura, riabilitazione e educazione.
L’esercizio della professione dà la possibilità al professionista di poter prestare la propria attività nei confronti di qualsiasi tipo e numero di clienti e enti desiderato.
L’infermiere libero professionista può svolgere attività sia assistenziali, sia organizzative dell’assistenza, nonché di consulenza,  formazione ed educazione.
Da quanto emerge dal profilo professionale l’infermiere ha competenze tecniche, organizzative, relazionali ed educative nei vari ambiti sociali e sanitari.
La modalità dell’esercizio libero professionale richiede:
•    L’organizzazione in proprio dell’attività;
•    Il rapporto di fiducia tra professionista e cliente e la non subordinazione nei confronti del cliente;e anche rispettando le leggi sulla privacy
•    La responsabilità diretta dell’attività svolta rispetto alle norme , legislative, fiscali e deontologiche.
•    Il diritto a ricevere l’onorario nel rispetto delle competenze erogate
•    La discrezionalità circoscritta alle regole professionali e all’esperienza posseduta.
Il mercato del lavoro, in continua evoluzione, offre oggi nuovi sbocchi professionali, non più solo legati alla centralità dei presidi ospedalieri, ma all’autonomia dei servizi territoriali, all’assistenza domiciliare, alla medicina del lavoro, all’attività poliambulatoriale, all’attività di educazione terapeutica e tante altre realtà che sempre più spesso richiedono la consulenza del libero professionista infermiere.

La consapevolezza che l’infermiere, al pari di altri professionisti, è una figura indispensabile nell’assistenza anche domiciliare, consentirà in un futuro neppure troppo lontano di trovare spazi sempre più ampi dove esprimere al meglio le proprie competenze

La libera professione è destinata a crescere parallelamente alla crescita del processo di professionalizzazione e sarà la modalità di esercizio professionale che favorisce la possibilità all’Infermiere di affermare il proprio Status professionale in ambito sanitario e socio-sanitario.

L’infermiere esercita la libera professione in forma autonoma o associata e può agire a domicilio della persona che richiede cure infermieristiche o in uno studio, generalmente di tipo associato, all’interno di strutture sociali e sanitarie e sul territorio nazionale.

La posizione giuridica è stabilita dalla legge che definisce le regole a tutela degli interessi di carattere generale degli individui.

Compiti del Collegio IPASVI

Il Collegio professionale è l’Ente a cui è demandato il compito di vigilare sull’esercizio della professione e tutelare il decoro e l’indipendenza degli infermieri rappresentati.
Nei confronti dei cittadini assistiti l’infermiere libero professionista ha degli obblighi specifici da cui discendono una serie di responsabilità.
Pertanto il cittadino può verificare l’iscrizione del professionista contattato presso gli elenchi del collegio IPASVI in modo da avere ulteriori garanzie riguardo l’assistenza infermieristica
richiesta.
Il collegio tiene costantemente aggiornato l’Albo, certificando l’iscrizione e verificando il possesso dei requisiti del professionista richiedente.
Verifica l’acquisizione della Partita IVA.
Verifica l’iscrizione alla Cassa di Previdenza obbligatoria della professione infermieristica ENPAPI (Ente Nazionale Previdenza e Assistenza Professioni Infermieristiche).
Concede su richiesta il nulla osta alla pubblicità sanitaria.
Si interpone alle controversie tra iscritti e clienti per ragioni di spese, di onorari inerenti l’esercizio della professione, procurando la conciliazione della vertenza. In ogni caso il parere
del Collegio non è vincolante e i contendenti possono in qualunque momento rivolgersi all’autorità giudiziaria.
Vigila affinché il comportamento dei professionisti non arrechi danno al decoro della professione infermieristica, intervenendo se necessario con provvedimenti disciplinari.
Il Collegio promuove e favorisce le iniziative intese a facilitare il progresso culturale e lo sviluppo sociale della categoria professionale, facendosi promotore di attività formative e di aggiornamento e sostenendo iniziative promosse da altri soggetti (aziende sanitarie o enti di
formazione).
Promuove l’attività libero professionale in diversi ambiti La promozione extra professionale si realizza mediante la pubblicazione di elenchi degli infermieri libero professionisti in forma singola o associata, agevolando la promozione di tale figura all’interno delle aziende sanitarie e
sul territorio.

Sportello d’ascolto per la Libera Professione

E’ attivo presso il collegio IPASVI di Perugia tramite incontri a cadenza mensile, uno sportello di ascolto sulla libera pofessione con l’obiettivo di affrontare  problemi legati allo start-up dell’esercizio della libera professione come l’iscrizione alla Cassa di Previdenza ENPAPI, favorire i contatti creando una rete tra liberi professionisti e promuovere un filo diretto con i cittadini.
Si può richiedere l’accesso al servizo tramite appuntamento telefonico.

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare ed acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nella Cookie Policy e nella Privacy Policy i cui link per la consultazione sono riportati in fondo ad ogni pagina di questo sito. Maggiori informazioni nella Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi